Prodotto tipico di Itala – Mamertino

Il prodotto tipico di Itala, più importante, è il Mamertino un buonissimo vino rosso. La coltivazione dell’uva è di gran lunga una delle attività più diffuse nelle campagne italesi. Dalla fermentazione della stessa viene prodotto del buonissimo vino. La qualità ed il gusto del vino prodotto ad Itala, insieme a quello generato dalle campagne di altri comuni messinesi, viene promosso dal decreto del 03/09/2004 come Denominazione di Origine Controllata (D.O.C.) sotto il nome di Mamertino. Il nome di tale vino proviene dalla popolazione Mamertini che si insediarono nelle zone peloritane, nel 289 a.C., godendo del privilegio di immensi e pregiati vigneti da cui ricavare un buon succo d’uva. Esso ha un profumo e un gusto unico tale da essere apprezzato anche in antichità da Giulio Cesare quando, durante i suoi numerosi banchetti, lo assaggiò e decise che doveva essere sempre presente. Oggi è stato riconosciuto come un vino di prestigio e qualità, classificandolo al quarto posto per autenticità tra 195 vini selezionati. Il Mamertino può essere sia bianco che rosso. Per il vino bianco le varietà coltivate sono il Catarratto, l’Insolia ed il Grillo e si sposano con antipasti leggeri di mare, secondi di pesce grigliato e marinato, risotti conditi con sughi di pesce, fritture saporite, carni bianche e zuppe. Per il vino rosso le varietà coltivate sono il Nero d’Avola, il Sangiovese, il Nocera e il Nerello Mascalese e si sposano con arrosti di carne rossa, grigliate, stracotti, stufati, formaggi stagionali, antipasti di verdure, uova, carni bianche e selvaggina sia di pelo che di piuma. Ad Itala, dalla base di questo buonissimo vino, viene prodotto un vino liquoroso con un sapore fruttato e dalla fragranza unica, l’Amarena. La sua preparazione avviene utilizzando le ciliegie amarena, le bucce d’arancia, le carrube e le cenere di vite. L’accostamento di questi sapori, seppur all’apparenza potrebbe sembrare insolito, fa si che il risultato sia davvero squisito. La preparazione italese di questo vino liquoroso prevede una ricetta che viene tramandata da generazione in generazione.

Proprieta’ organolettiche e benefici
Il vino rosso è composto per l’86,5% da acqua, carboidrati, zuccheri e proteine, per il 10-12% da ceneri ed alcol e per la restante percentuale da sali minerali quali calcio, sodio, fosforo, potassio, zinco, fluoro e magnesio. Esso se, assunto in quantità moderate, ha dei benefici considerevoli per la salute. La principale proprietà è quella antiossidante, ma non è la sola. Infatti il vino rosso aiuta a combattere i radicali liberi e ad abbassare la pressione arteriosa grazie alla presenza del resveratolo, presente nella buccia dell’uva, che nell’operazione di fermentazione trasferisce le efficaci proprietà al succo. Il vino bianco, grazie alla presenza di due sostanze, ovvero il tirosolo e l’acido caffeico, può prevenire malattie reumatologhe ed è in grado di contrastare le infiammazioni. Il vino, inoltre, sia esso rosso che bianco, rallenta l’invecchiamento e lo sviluppo di neoplasie. Esso ha un effetto benefico sulle ossa riuscendo a contrastare l’osteoporosi. Tante sono le vitamine contenute all’interno di questo succo quali la vitamina A, B1,B2, B3, B4, B6, K e J.

visitato 1417 volte, 1 visite oggi

Aggiungi un Commento

Inserisci una valutazione cliccando sulle stelle in basso:

Articoli correlati